Featured Post

Attacks in Russian schools inspired by Columbine massacre

Three separate bloodbaths at Russian schools recently are all linked by the teenage attackers 'worshipping' the perpetrators of...

Thursday, May 19, 2016

Uccide l’ex a coltellate e tenta il suicidio

Arturo e Debora stavano insieme da sei anni. Poi è finita. Lui non si è rassegnato è diventato geloso ha preso un coltello: quindici i fendenti con cui ha ucciso Debora Fuiso, 25 anni, appassionata di canto

Poi con lo stesso coltello Arturo Saraceno, 33 anni, impiegato, ha tentato di fare harakiri. Non c’è riuscito a morire anche se è grave in ospedale a Legnano, dove è stato arrestato dai carabinieri. Se si salva per lui c’è solo il carcere. Fine della storia. 

Uguale a troppe altre. Cambia solo il posto. Questa volta è successo a Magnago un comune che è poco più di un paesone a Nord di Milano. Cambiano i protagonisti. Talvolta il finale. Ma la storia è sempre quella. «Lui era diventato molto geloso. Si sentivano litigare spesso. Nessuno poteva immaginare che potesse succedere una cosa simile», dicono i vicini nel cortile di questa casa dignitosa dove i carabinieri fanno i rilievi e stendono il nastro rosso e bianco. 

Debora Fuso non lo immaginava di certo. Nelle ultime settimane aveva lasciato l’appartamento e sempre più spesso dormiva dai genitori a Lonate Pozzolo. Ieri pomeriggio verso le 2 era tornata nell’appartamento dove aveva vissuto per sei anni con il suo fidanzato. Poi hanno iniziato a litigare. La lite è finita nell’androne delle scale dove è spuntato il coltello. 

Arturo Saraceno non rischia di morire ma è sedato e non ha ancora potuto spiegare perchè. 

Uccide l’ex fidanzata a coltellate e poi tenta il suicidio FABIO POLETTI 17/05/2016

Saraceno ha ammesso le sue responsabilità, alla presenza del suo avvocato Daniele Galati, al sostituto procuratore Maria Cardellicchio alla quale avrebbe raccontato che stavano cercando un chiarimento rispetto ad alcune questioni di cui lui sarebbe venuto a conoscenza a partire da aprile.
Saraceno non sa spiegare cosa abbia fatto scattare la violenza e ricorda che era al tavolo della cucina mentre stava tagliando del salame con un coltello. Tra i due il rapporto durava da sei anni, il matrimonio era in fase di organizzazione avanzata la data per il matrimonio era fissata per l’11 agosto. Da aprile in avanti, però, l’uomo avrebbe scoperto una serie di circostanze sulla sua fidanzata e ha raccontato di aver subito anche delle minacce di ritorsioni da parte di parenti di lei, nel caso avesse insistito nel chiedere chiarimenti.
Il legale ha raccontato che l’omicida reo confesso non è il mostro ma «una persona normalissima che non è mai stata violenta ma, comunque, consapevole di aver fatto una cosa terribile e per questo è distrutto». Ora è in carcere a Busto Arsizio in attesa della decisione del giudice per le indagini preliminari sulla misura cautelare.

Saraceno confessa: “L’ho colpita e non ricordo più niente” Orlando Mastrillo 18 maggio 2016

Uccide la ex moglie a coltellate e si toglie la vita May 16, 2016

Madre e figlio morti nel lago: omicidio-suicidio May 15, 2016


Ti piace?

No comments:

Post a Comment

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...