Featured Post

Attacks in Russian schools inspired by Columbine massacre

Three separate bloodbaths at Russian schools recently are all linked by the teenage attackers 'worshipping' the perpetrators of...

Thursday, May 12, 2016

SUICIDIO IN DIRETTA

Una ragazza di 19 anni si è uccisa martedì gettandosi sotto un treno della linea regionale RER C nella stazione di Egly, 32 chilometri a Sud di Parigi. Océane, che lavorava part time in una casa di riposo della vicina Arpajon, durante i suoi ultimi istanti era collegata con una cinquantina di utenti di Periscope, l’applicazione di Twitter che permette di trasmettere in diretta audio e video.

È stato uno degli utenti ad avvisare la polizia, quando ormai era troppo tardi. Il video integrale è stato rimosso da Periscope, alcune sequenze erano ancora visibili ieri su Youtube

L’ultimo fotogramma è quello del pompiere che raccoglie e spegne il telefonino. Secondo il procuratore di Evry, Eric Lallement, la ragazza avrebbe anche inviato un sms a un conoscente pochi attimi prima di saltare sui binari. Il suicidio è avvenuto alle 16 e 29, e per due ore il traffico ferroviario è rimasto interrotto.
A fine mattinata, intorno alle 12, Océane aveva iniziato una prima diretta su Periscope, preannunciando che alle 16 avrebbe compiuto un gesto importante.
Secondo una fonte giudiziaria, la vittima «avrebbe evocato uno stupro avvenuto a Perpignan e designato un aggressore con nome e cognome», ma questa parte non appare nei vari video che ancora ieri pomeriggio erano visibili online. C’è però un lungo, triste racconto della ragazza, che spiega: «Il prossimo video non lo faccio per cercare notorietà, ma perché è l’unico modo per fare passare il mio messaggio e poi magari farlo riprendere».
Agli utenti che cercano di tirarle su il morale risponde «Non preoccupatevi, non è la mia giornata», ma si corregge subito, «beh forse in un certo senso lo sarà». Prende la busta del tabacco e si fa una sigaretta, più volte chi è collegato le chiede se è marijuana e lei risponde velocemente «no, una semplice sigaretta», poi beve una Coca Cola, accarezza il suo gatto e spiega come si sente.
«Una sola persona può rovinarti, una sola persona può distruggerti la vita». Tuo padre?, le chiedono. «No, non è mio padre, che è un imbecille ma non è lui. Non c’è soluzione, ho fatto di tutto per cambiare le cose». La ragazza allora parla di un fidanzato con il quale è stata insieme per tre anni, fino allo scorso settembre. «Mi ha completamente distrutta, è molto egoista, una persona totalmente priva di empatia, la sofferenza di chi gli sta intorno non lo riguarda». E ancora: «Spero che il messaggio gli arriverà».
Alcuni utenti scherzano, altri si mostrano preoccupati e le chiedono di non buttarsi dalla finestra, lei si rassicura calma: «No sto al piano terra». Poco dopo le 16, come promesso, il dramma.
Twitter, la casa madre di Periscope, ha preferito non commentare su «un caso individuale» per ragioni di «sicurezza e confidenzialità», ricordando che esiste l’indirizzo email safety@periscope.tv da usare per richiedere un intervento urgente.

Ti piace?

No comments:

Post a Comment

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...