Featured Post

Attacks in Russian schools inspired by Columbine massacre

Three separate bloodbaths at Russian schools recently are all linked by the teenage attackers 'worshipping' the perpetrators of...

Thursday, April 30, 2015

PSYCHO KILLER Nella mente di James Holmes


Lunedì 27 aprile ad Aurora, in Colorado, è iniziato il processo a James Holmes, che il 20 luglio del 2012 entrò armato in un cinema durante la proiezione del film "Il Cavaliere Oscuro"e sparò uccidendo 12 persone e ferendone 70. Holmes, dopo la strage si presentò alla polizia come “Joker”, uno dei personaggi di Batman. Nel processo a Holmes l’accusa chiederà la pena di morte, mentre la difesa punta al riconoscimento dei problemi mentali di Holmes.


La difesa ha dichiarato che Holmes soffre di schizofrenia - una malattia mentale che conduce ad una visione abnormale della realtà - e che tale diagosi è stata confermata da 20 dottori.


L'accusa ha invece dipinto il ritratto di un killer terribilmente astuto che ha pianificato accuratamente e portato a termine un omicidio di massa con lo scopo di sentirsi appagato e divenire famoso, sapendo benissimo che stava facendo qualcosa di profondamente immorale e illegale.






In tribunale sono stati mostrati alla giuria alcuni selfie scattati da Holmes poche ore prima del massacro al cinema di Aurora. 

Si tratta di foto inquietanti trovate nel suo cellulare, dove Holmes appare con delle lenti a contatto nere e, in alcuni scatti, con un’arma in pugno. Ha i capelli arancioni, come appunto li portava il giorno della sparatoria nel cinema.


the disturbing selfies taken by Batman killer James Holmes 27 April 2015



Durante i primi giorni del processo sono emersi alcuni tratti della personalità psicotica di Holmes.

James Holmes ha scritto sul suo quaderno, quando era più giovane: "Ho deciso di dedicare la mia vita a uccidere gli altri".

Ha nutrito "un odio di lunga data per il del genere umano" che ad un certo punto ha  deciso di sfogare in modo eclatante con la strage alla prima del film di Batman.

Nel farlo, si è immedesimato nello psicopatico criminale reso famoso prima dal fumetto e poi dai film di "Batman", il "Joker", colorandosi i capelli di rosso e riproducendo alcune scene tratte dal fumetto.

Prima di cominciare a sparare ha esploso delle bombe fumogene, imitando una scena in cui il Joker compie degli omicidi in uno studio televisivo.

Nel fumetto c'è un personaggio, Arnold Crimp, una mente disturbata che dopo aver perso il lavoro entra in un cinema a luci rosse armato di pistola e uccide tre persone. 

Ha poi detto ai poliziotti che lo hanno arrestato: "Io sono il Joker". La polizia ha inoltre trovato nell'appartamento di Holmes una trappola esplosiva, una delle tecniche preferite dal Joker.

Holmes, che ha ammesso di essere l'autore della strage, dichiara, in linea con i suoi avvocati, di aver agito in preda alla malattia mentale.

Prima di entrare nel cinema, ha indossato un giubbotto anti-proiettile, una maschera anti-gas e si è sparato musica techno ad alto volume nelle cuffie.

La vittima più giovane Veronica Moser-Sullivan, aveva sei anni. Sua madre, Ashley Moser, ha perso sua figlia ed è rimasta paralizzata.

Tra le altre vittime, si sono distinti tre eroi che hanno fatto da scudo con il proprio corpo alle loro fidanzate, riportando gravi ferite.

Holmes ha detto agli psichiatri che pensava che stesse arrivando l'apocalisse e che le sue vittime sarebbero state contente di essere uccise prima.

In una registrazione in cui si sente Holmes parlare con uno psichiatra, dice che non gli importava dei feriti: "Io conto solo i morti".

Nel contestare l'insanità mentale di Holmes, l'accusa ha portato come prova il parere di due psichiatri secondo cui Holmes mostra una intelligenza "superiore" e un alto quoziente intellettivo.

La difesa ha risposto portando il parere di 20 psichiatri secondo cui Holmes è realmente malato di mente e che le sue azioni sono state guidate dalla sua psicosi.

Per il momento, nessun accenno all'eventuale influenza di droghe o farmaci psichiatrici.


Ti piace?

No comments:

Post a Comment

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...